Come incrementare i revenues attraverso il marketing

incrementare-revenues-con-il-marketing

Come avrai già letto altre volte su queste pagine, sappi che il Revenue si inizia a farlo molto prima che in hotel.

Prima tra tutti online, sulle piattaforme social.

Proprio per questo motivo, oggi vogliamo spiegarti come incrementare i tuoi Revenue attraverso il social media marketing.

Hai già notato che Facebook ha cambiato qualcosa nel suo algoritmo?

Ti sei chiesto come questo cambierà il tuo modo di fare comunicazione online?

E Instagram?
Lo stai già usando per incrementare i tuoi profitti?

Continua a leggere, oggi risponderemo a queste domande e ti spiegheremo come utilizzare al meglio questi strumenti.

Facebook e il nuovo algoritmo: ecco cosa cambia

strategie con facebookScandali recenti a parte, ci ha pensato Mark Zuckerberg ad informarci della novità, e l’ha fatto a modo suo

Indovina come? Con un post.

Il nuovo algoritmo, che si occupa della visibilità dei post, privilegerà quelli di amici e parenti, a discapito di marchi, aziende e media.

Questo perché, secondo Zuckerberg, questi attori riducono il tempo per i momenti personali e le interazioni con le persone che amiamo, all’interno del nostro social preferito.

Come si tradurrà tutto questo?

In una diminuzione della reach, del tempo di visione dei video e in generale del traffico referral per le pagine pubbliche.

Si ok, parlo semplice.

Si parla di reach (o copertura, organica o a pagamento) per indicare il numero di persone a cui vengono mostrati i nostri contenuti di pagina, mentre per referral intendiamo quando un utente clicca su un collegamento che lo indirizza a un’altra pagina o file di un altro sito web.

Tornando a noi, agli utenti sarà comunque lasciata la possibilità di impostare come prioritaria la visione dei contenuti delle proprie pagine preferite.

Calma, albergatore, calma. Non farti prendere dal panico!

Questo non significa che tu debba chiudere la tua pagina aziendale su Facebook.

Potrai adottare qualche buona strategia per rendere la tua pagina visibile.

Quali?
Beh, continua a leggere, ad esempio:

1. Creare contenuti di qualità
2. Mettere l’utente al centro
3. Sponsorizzare

1. Creare contenuti di qualità

Ad essere privilegiati dal nuovo algoritmo saranno i contenuti che generano maggiore interazione e quindi quelli di qualità maggiore.
Quindi, visto che devi attirare l’attenzione, cerca di preferire i video live (ma anche registrati) e i contenuti che suscitano discussione tra gli utenti.
Ad esempio chiedendo ai tuoi fan quali sono le loro preferenze per la SPA, oppure creando un sondaggio sulla colazione più salutare, ecc ecc.

2. Mettere l’utente al centro

Il nuovo algoritmo mette al centro le persone, e gli interessi del singolo utente.

Sembra un po’ un ritorno alle origini, non è vero?

Spiega Zuckerberg nel suo post che “secondo delle ricerche, quando si usano i social network per restare in contatto con le persone care ci si sente meno soli e ciò, nel lungo periodo, è associato a un senso di benessere e di felicità”.

Quindi, tu segui questa tendenza e metti l’utente al centro, non la tua azienda.

3. Sponsorizzare

Facebook non è una onlus e il suo scopo ultimo è monetizzare.

Quindi, sarà anche vero che i post esposti saranno quelli di amici e familiari, ma è altrettanto vero che lo strumento delle sponsorizzate potrà dare buona visibilità al tuo hotel.

Più realisticamente, è probabile che il nuovo algoritmo agisca sulla frequenza con cui vengono visualizzati i post delle aziende, che sarà inferiore rispetto a qualche tempo fa.

Instagram: come usarlo per il tuo hotel

strategie con instagramInstagram, il social visual, non serve solo per suscitare l’invidia dei tuoi amici con le foto delle tue vacanze.

Si tratta infatti di uno degli strumenti più potenti in mano tua.
Anche se stai gestendoti da solo il profilo, vogliamo darti qualche suggerimento per farlo al meglio.

Ecco quali strumenti, software o app, puoi utilizzare:

1. Boomerang
2. Repost
3. Hootsuite

1. Boomerang

Boomerang è un’app che ti aiuterà a creare piccoli video, o GIF, che si riproducono in continuazione.

Anche per il tuo hotel puoi utilizzarlo. Ti basterà scattare, tramite l’app, dieci foto in sequenza e trasformarle in un video.

2. Repost

Ovvero, ri-condividere le foto di altri profili sul proprio tramite la funzione che si chiama appunto “repost”.

Questo ti aiuterà a creare maggiore engagement, ovvero coinvolgimento, con gli ospiti che hanno pubblicato una foto del tuo hotel sul loro profilo.

3. Hootsuite o Later

Con Hootsuite potrai programmare i tuoi post da pc e schedularli all’interno del calendario per la pubblicazione.

In questo modo non dimenticherai mai un aggiornamento per il tuo profilo social e potrai organizzarti con un discreto anticipo.

Con Later, altra app per la gestione dei social, potrai invece aggiornare e programmare la pubblicazione e gestire gratuitamente fino a 30 foto al mese.

Qualche consiglio per essere più “social”

consigli per essere più socialSi fa presto a dire “essere più social”, ma come rendere le tue foto e i tuoi post più apprezzati dalle persone che ti seguono?

Innanzitutto, cerca di pubblicare foto realistiche, magari cercando di essere originale nell’inquadratura e di dare il giusto taglio all’immagine.

Evita poi di pubblicare immagini da catalogo, lasciando il via libera a foto meno istituzionali.

Anche per quanto riguarda lo staff, sono preferibili foto meno impostate, che diano l’idea dell’autenticità del tuo hotel.

Cerca anche di raccontare una storia: “come viene preparata la colazione”?

“Cosa si vede dalle finestre dell’hotel?”, e tutto quello che dice qualcosa in più su di te.

Non dimenticare nemmeno le call to action.

Più chiare sono, meglio è.

Non ci devono essere dubbi su quello che le persone devono fare: “metti un like”, “condividi” o “commenta”.
Sembra essere un’ottima strategia per ottenere un più alto livello di engagement.

Abbiamo chiesto ad Alex Alessandrini, socio fondatore di Retorica di raccontarci qualcosa in più, su come utilizzare Facebook e i social per la propria struttura alberghiera.

Facebook e i social sono strumenti di lavoro

“Il fatto che spesso le persone li utilizzino in modo più o meno serio porta a pensare che sui social si giochi o si perda del tempo. Questa banalizzazione di strumenti sempre più essenziali nel marketing di una struttura ricettiva porta a sottovalutare la necessità di una figura chiara e definita che si “occupi dei social”.
Spesso restano coinvolte le receptionist che, senza alcun tipo di input e talvolta senza competenze, finiscono per considerare i post su un profilo social come l’ultima delle attività da svolgere in una giornata. Finendo per non farle praticamente mai (ad eccezione delle foto del buffet di Ferragosto…immancabile!).

Deve essere chiaro fin da subito invece che sui social si lavora, si comunica, si entra in contatto con quelle persone che hanno prima voglia di diventare nostri fan e poi nostri clienti. E per poter compiere questo tipo di passaggio è necessario raccontare e raccontarsi, con metodo e conoscenza degli strumenti e del target. Strumenti come le buyer personas, il piano editoriale e i dati statistici diventano elementi essenziali di chi, giorno dopo giorno, deve avere il compito di parlare della struttura senza che nessuno pensi che stia perdendo tempo. Solo così si innescherà la “magia” dei social quali strumenti utili per migliorare i propri profitti e a ringraziare saranno sia il conto in banca che la brand reputation.”

Speriamo di averti chiarito un pò di più le idee!

E tu, quali strumenti stai usando per la tua strategia di marketing online?

A presto!

Giovanni

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Resta sempre aggiornato con Revenue su Misura!

Lasciaci il tuo nome e il tuo indirizzo email e per non perderti le principali novità dal mondo del revenue management.

Niente spam ma SOLO INFORMAZIONI UTILI a migliorare i tuoi ricavi e non avere mai più camere vuote!