Copy per Hotel, come scrivere i testi per il tuo sito evitando gli errori

Oggi caro albergatore voglio parlarti di Copy per Hotel.

Se hai deciso di ammortizzare i costi scrivendoti da solo i testi per il tuo sito web o le tue brochure, continua a leggere, questo articolo potrebbe esserti veramente utile.

Oggi infatti vorrei spiegarti come scrivere i testi per il sito del tuo hotel evitando gli errori più comuni.

Quali caratteristiche dovrebbe avere un buon testo

Potrebbe sembrare banale dirlo, anche se forse così banale non lo è, ma un buon testo non ha errori grammaticali o di battitura.

Te lo dico perché spessissimo se ne trovano sulle pagine dei siti ufficiali degli hotel.

Inoltre ha anche virgole e punti esattamente dove servono.

Le frasi non devono essere né troppo lunghe, né troppo corte, ed i testi devono essere facili da leggere.

Ma non è tutto.

Non sono sufficienti queste quattro cose per far sì che un testo possa essere definito “buono”.

Evita la banalità

Tutti noi siamo stanchi di sentir parlare di “calda ospitalità”, “attenzione per i dettagli”, “camere con tutti i comfort”, “buffet dolce e salato”, “piatti freschi e genuini”, “hotel a due passi” da quello che ti pare.

I testi degli hotel non brillano certo per fantasia e leggendoli si ha sempre l’impressione di vivere un deja-vù.

Tutti finiscono per guardarsi l’un l’altro e per raccontarsi nello stesso modo.

Gli stessi testi potrebbero valere per qualunque luogo.

Questo succede perché la maggior parte degli albergatori pensa che i testi siano una scocciatura.

Qualcosa da fare “per forza”, ma senza alcuna reale utilità.

Niente di più sbagliato. Molto spesso hai dedicato più attenzione alle foto che ai testi.

Ammettilo.

Oggi vogliamo darti una brutta notizia: senza curare i testi del tuo sito, difficilmente riuscirai a vendere camere e servizi da lì.

I testi sciatti o scritti male non convinceranno nessuno a prenotare una vacanza nel tuo hotel.

Senza un buon copy sei solo uno dei tanti. È invece importante distinguersi.

Il potere delle parole

Le parole hanno un potere enorme, perché è attraverso di loro che potrai trasformare i visitatori in ospiti.

Grazie alle parole potrai informare chi ancora non ti conosce della tua esistenza, e spiegargli perché dovrebbero scegliere proprio te.

Ovviamente per riuscire ad essere persuasivo è importante capire cosa dire.

Con le parole potrai costruire un’identità forte, che altro non è se non il punto da cui dovrai partire!

Il consiglio infatti, è di procedere contemporaneamente, con testi e grafica.

Uno non è più importante dell’altro. Entrambi devono essere funzionali all’obiettivo di vendita che ti sei posto.

Quanto devono essere lunghi

Non esiste un numero di parole preciso quindi non ha senso chiedersi quanto devono essere lunghi i testi di un sito.

Un testo deve raccontare qualcosa e deve farlo in modo interessante.

L’attenzione sul web è più limitata, quindi per catturarla è necessario che un testo sia scritto bene. Il rischio è che si passi oltre, si esca dal sito e si cerchi altrove.

Cerca di dare un obiettivo ad ogni testo, sii chiaro e asciutto.

Le persone che ti leggono vogliono trovare subito l’informazione che stanno cercando.

Da dove partire

Quando si inizia a scrivere un testo, è fondamentale capire chi è l’ospite tipo per il quale si scrive.

Quindi traccia il profilo ideale dell’ospite del tuo hotel indicando: età, professione, passioni, e cerca di capire perché dovrebbe scegliere proprio la tua struttura.

A questo punto dagli un nome.

Ed ecco che hai creato la tua buyer personas.

A questo punto quando scriverai i tuoi testi potrai pensare direttamente a lui, per convincerlo a prenotare il tuo hotel.

Conoscere il tuo ospite ti servirà a capire desideri ed esigenze.

Ci sono molti modi per carpire le importanti informazioni e tracciare il profilo dell’ospite tipo: analizzare le prenotazioni, i dettagli delle richieste, e a quel punto potrai delineare affinità e modelli comuni.

Molto importante, in questa fase, è anche la brand reputation sui social e sui siti di recensioni.

Sono fondamentali per capire cosa cerca il tuo ospite tipo.

Puoi anche pensare di effettuare un piccolo sondaggio via email, con qualche domanda per delineare un profilo più chiaro.

Rispetta le aspettative

L’errore più comune è di creare aspettative troppo alte, rispetto al reale potenziale dell’hotel.

A volte infatti, per cercare di impressionare il lettore si rischia di “spararla troppo grossa”.

Costruire false aspettative è il pericolo più grande che corri.

Quindi non parlare di tranquillità, se le camere del tuo hotel danno su una strada trafficata.

Magari a quel punto meglio orientare l’attenzione verso i punti di interesse e di riferimento che si trovano nelle vicinanze, locali o ristoranti.

Altro consiglio che ti diamo è di essere moderato con gli aggettivi.

Esagerare con i “mozzafiato”, i “meraviglioso”, i “buonissimo”, oltre a non dare carattere al tuo testo, servirà solo a non raccontare niente di più sul tuo hotel.

E tu hai già preparato i testi per il sito del tuo hotel?

Mi raccomando, non deluderci! 😉

A presto

Giovanni

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Resta sempre aggiornato con Revenue su Misura!

Lasciaci il tuo nome e il tuo indirizzo email e per non perderti le principali novità dal mondo del revenue management.

Niente spam ma SOLO INFORMAZIONI UTILI a migliorare i tuoi ricavi e non avere mai più camere vuote!