Google My Business per Hotel: come possiamo utilizzarlo al meglio

Google My Business per hotel: come possiamo utilizzarlo al meglio

Se ti stai chiedendo cosa sia Google My Business sappi che non sei l’unico.

Partiamo dal presupposto che negli anni è cambiato molto e questo non ha certo facilitato l’assimilazione dello strumento da parte di tanti: ad esempio la descrizione della scheda local è sparita e ritornata diverse volte.
Quello che ci interessa raccontarti, oggi, riguarda l’importanza che questo strumento può riservare al tuo hotel.

Infatti, grazie alle sue caratteristiche e funzionalità ti permetterà di ottenere diversi benefici per quanto riguarda la visibilità della tua struttura.
Ma andiamo con ordine.

Che cos’è Google My Business

Cos'è Google My BusinessSi tratta di un servizio offerto da Google, che ti permette di creare una scheda locale per la tua attività, l’importante è che questa abbia sede fisica.

Il suo obiettivo è di farti ottenere ancora maggiore visibilità nei risultati di ricerca locale e su Google Maps.

Ovviamente è bene utilizzare questo strumento al meglio, se desideri ottenere buoni risultati.

Ad esempio inserire una nostra descrizione dell’attività ci permetterà di presentarci al meglio e dare agli utenti tutte quelle informazioni che consideriamo fondamentali.

Google già da tempo sta cercando di controllare l’intera esperienza di viaggio dell’utente, dalla scoperta della meta, alla presentazione fino alla recensione finale, una volta tornati a casa.

In che modo Google My Business aiuta il mio hotel

Il sito web del tuo hotel risulta più facilmente accessibile facendolo apparire nei risultati della Ricerca Google.

I potenziali clienti potranno cliccare su “Visita il sito” o su “Chiama”, direttamente dai risultati di ricerca. Ciò aumenta le probabilità che gli ospiti non si limitino a visualizzare le recensioni, ma che prenotino direttamente anziché farlo tramite un’OTA autorizzata.

La descrizione migliore: le caratteristiche

Una buona descrizione per Google My Business dovrebbe essere di circa 750 caratteri, non di più. In questo modo, se riuscirai a scrivere un buon testo, chiaro ed esaustivo, potrai dare grande visibilità alla tua attività.

Chiaramente le descrizioni devono rispettare le linee guida di Google sui contenuti, non devono essere false o fuorvianti e non devono riguardare prodotti e servizi illegali.

Non potrai inoltre inserire né URL né codice HTML.

Le descrizioni non possono linkare nessun’altra risorsa online, questo ti porta ad essere ancora più chiaro ed esaustivo.

Inoltre, non dovrai inserire nemmeno sconti e offerte, per quello si possono utilizzare i post di Google My Business.

Se dopo tre giorni dall’inserimento della descrizione questa non è ancora stata pubblicata, controlla la dashboard. Probabilmente non è in linea con le regole dettate da Google.

Un aspetto interessante, per quanto riguarda la descrizione, è la possibilità di inserirla in diverse lingue, oltre all’italiano.

Questo campo infatti non viene tradotto automaticamente da Google come per le recensioni.

L’URL

UrlPotrai creare un url breve e personalizzato per la tua scheda su Google My Business.

L’url breve era già possibile farlo da qualche tempo, ma ora si potrà anche personalizzare.

Il vantaggio è che la tua pagina sarà ancora più riconoscibile e facilmente individuabile, da parte degli utenti.
Inoltre si tratta di un url univoco.

Non ci saranno url identici tra di loro, ognuno è unico.

L’url breve può contenere al massimo 32 caratteri e minimo 5, e se quello scelto non sarà disponibile, sarà visualizzato un messaggio di errore, e se ne dovrà scegliere un altro.

Il nostro consiglio, così come quello di Google, è che il nome scelto rappresenti il nome o il brand della tua attività.
L’unica condizione che ti permetterà di fare tutto questo è che la tua attività sia verificata.

Le Branded Searches su Google My Business: di cosa si tratta

Da qualche tempo Google ha iniziato a far visualizzare nelle statistiche di Google My Business le cosiddette “Branded Searches”, ovvero le ricerche con brand.

Queste ricerche non vanno a sostituire le ricerche dirette, con nome o indirizzo di un’attività, ma le affiancano.

In questo modo, se stai cercando un concessionario che vende Ferrari, potrai scrivere Ferrari abbinato alla città in cui ti trovi e vedere i risultati attinenti a quest’area.

D’altronde se fai l’albergatore mi pare l’auto giusta ..:-)

Scherzi a parte questa funzione è molto importate in particolare per quelle strutture che hanno puntato sulla riconoscibilità del Brand!

Gestire una scheda di un’attività prima dell’apertura

Oggi è possibile verificare una scheda local prima che un’attività venga aperta al pubblico.

Fino a qualche tempo fa invece era vietato verificare attività in costruzione o non ancora aperte al pubblico.

In questo modo potrai spiegare cosa fai e quali sono i tuoi punti forte, stimolare la curiosità e caricare foto.
Dal 2017 è possibile inserire anche una data specifica in cui avverrà l’apertura al pubblico.

Servizi specifici per hotel

Servizi specifici per hotelIl 65% delle entrate di un hotel deriva dalla prenotazione delle camere, lo sai meglio di chiunque altro.

Ma sai anche che una buona percentuale di guadagno si perde con le commissioni che finiscono in tasca alle OTA e ai diversi strumenti on line che utilizziamo per attrarre traffico (dai click di Trivago alle sponsorizzate di Facebook ecc.).

Il mercato dei viaggi è uno dei più redditizi del mondo, quindi è facile intuire perché Google desideri che un utente prenoti una camera direttamente dai propri canali, ottenendo una parte del guadagno.

Sulla scheda di Google My Business del tuo hotel è infatti presente il link di prenotazione ben visibile. Questo può essere un grosso vantaggio, per te e per Google, ma non è l’unico.

Ti sei mai chiesto come poter sfruttare al meglio le potenzialità di My Business per il tuo hotel? È presto detto.

Una volta che sarai gestore della scheda del tuo hotel, avrai a tua disposizione alcuni strumenti: potrai inserire, modificare e controllare le informazioni della tua struttura ricettiva, caricare nuove fotografie e video, controllare quelle caricate dai clienti, rispondere alle recensioni.

Queste ultime infatti saranno mostrate in modalità di riepilogo, con il punteggio medio, raccogliendole da Google, da Tripadvisor e da Booking.com.

Ma soprattutto, parte molto importante, dalla scheda di Google My Business potrai monitorare le statistiche e scoprire i movimenti dei tuoi potenziali clienti.

Sulla tua scheda saranno presenti i link al sito web, per le prenotazioni dirette, e le indicazioni stradali da aprire sulla mappa.

O ancora, come abbiamo già accennato, i prezzi di una camera sulle varie OTA e la possibilità di prenotare direttamente.
Infine sarà presente la descrizione, con tanto di riepilogo dei servizi: colazione inclusa, Wi-Fi gratuito, parcheggio gratuito…

E tu, hai già aperto la scheda My Business di Google della tua struttura?

Condividi con noi la tua esperienza.

A presto!

Giovanni

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Resta sempre aggiornato con Revenue su Misura!

Lasciaci il tuo nome e il tuo indirizzo email e per non perderti le principali novità dal mondo del revenue management.

Niente spam ma SOLO INFORMAZIONI UTILI a migliorare i tuoi ricavi e non avere mai più camere vuote!